Dichiarazione di SOLS in relazione ai 5G

Dichiarazione di SOLS in relazione ai 5G

La Swiss Optimal Living Society nutre preoccupazione per lo sviluppo delle reti wireless 5G (quinta generazione) proposte in Svizzera e in Europa. Come nel caso dell’adozione di tutte le nuove tecnologie, riteniamo che debbano essere osservati i fondamenti della politica della Commissione Europea sul principio di precauzione, nel quale si afferma che “il principio di precauzione può essere invocato quando un fenomeno, un prodotto o un processo può avere un effetto pericoloso, identificato da una valutazione scientifica e obiettiva, se tale valutazione non consente di determinare il rischio con sufficiente certezza”.

SOLS supporta la tecnologia e il progresso della scienza e crede che le persone dovrebbero beneficiare pienamente della tecnologia e di tutto ciò che essa porta. Allo stesso tempo, ritiene sia necessario limitare, quando presenti, le potenziali conseguenze negative dell’uso della tecnologia su esseri umani, animali, piante e persino su altre tecnologie esistenti.

Detto questo, ci sono crescenti prove scientifiche che destano preoccupazione tra gli scienziati indipendenti, secondo cui l’infrastruttura 5G potrebbe, nel tempo, causare danni all’uomo e all’ambiente. Le reti wireless 5G aumenteranno enormemente l’esposizione alla radiazione elettromagnetica a radiofrequenza (RF-EMF) in aggiunta ai sistemi wireless già esistenti. Esistono prove evidenti del fatto che l’esposizione prolungata alle radiazioni RF-EMF ha effetti dannosi ed è stata dimostrata essere dannosa per l’uomo e l’ambiente. Di maggiore interesse per SOLS è l’effetto cumulativo delle reti wireless 5G combinate con i campi elettromagnetici esistenti e quali possono essere le ripercussioni fisiologiche se sommate con altre forme di radiazioni ionizzanti, così come con inquinanti chimici, elettromagnetici, energetici e atmosferici. Sono necessari ulteriori studi per comprendere meglio i potenziali effetti biologici dell’esposizione alla radiazione 5G prima che venga implementato.

In questo momento non conosciamo ancora il reale impatto dell’esposizione prolungata alla tecnologia 5G, quindi come azienda, non possiamo assumere una posizione definitiva per quanto riguarda il 5G. Ci allineiamo, quindi, con la premessa del principio di precauzione, poiché il rischio non è stato completamente determinato, sollecitiamo un approccio prudente e raccomandiamo ulteriori indagini prima dell’implementazione. Stiamo monitorando e monitoreremo da vicino gli effetti bionomici della tecnologia 5G e il suo impatto negli ambienti interni.

L’importanza dell’ambiente elettromagnetico di un individuo è fondamentale per questa discussione. Nell’attesa della piena valutazione indipendente di questa tecnologia, dovrebbe prevalere il buon senso, e sollecitiamo un approccio cauto. SOLS ritiene che tutti gli ambienti abbiano una biologia ed un’ecologia uniche, chiamate bionomiche. I nostri ambienti richiedono cura, supporto, nutrimento e armonizzazione per le persone, gli animali e le piante che li occupano. Crediamo che l’utilizzo della tecnologia sia importante per le persone, forse addirittura rivoluzionario in termini di potenziali vantaggi per l’evoluzione umana, però solo se, nell’ambiente, è usato in modo biocompatibile.

Lugano, Svizzera, luglio 2019

SOLS Statement Regarding 5G

Swiss Optimal Living Society has concern about the proposed deployment of 5G (fifth generation) wireless networks in Switzerland and Europe. As with the adoption of all new technologies, we believe the fundamentals of the European Commission’s policy on the precautionary principle should be observed. It states “the precautionary principle may be invoked when a phenomenon, product or process may have a dangerous effect, identified by a scientific and objective evaluation, if this evaluation does not allow the risk to be determined with sufficient certainty.”

SOLS supports technology and the advancement of science, and we believe people should fully benefit from technology and all it brings. At the same time, we believe it is necessary to limit, when present, the potential negative consequences of technology usage on humans, animals, plants and even other existing technologies.

This being said, there is growing scientific evidence to cause concern among independent scientists, that this 5G infrastructure may, over time, cause harm to humans and the environment. 5G wireless networks will massively increase exposure to radiofrequency electromagnetic field (RF-EMF) radiation on top of the already existing wireless systems. There is extensive evidence that prolonged RF-EMF radiation exposure has detrimental effects, and has been proven harmful for humans and the environment. Of greatest concern to SOLS, is the cumulative effect of 5G wireless networks combined with existing electromagnetic fields, and what the physiologic repercussions may be when coupled with other forms of ionizing radiation, as well as chemical, electomagnetic, energetic, and air pollutions. Further studies are needed to better understand the potential biological effects of exposure to 5G radiation before it is implemented.

At this moment we do not yet know the full impact of prolonged exposure to 5G technology, so as a company, we cannot take a definite position in regards to 5G. In these cases however, we remain with the premise of the precautionary principle, that since the risk has not fully been determined, we urge a conservative approach be taken and recommend further investigation before implementation. We are monitoring, and will be monitoring closely, the Bionomic effects of 5G technology and its impact in indoor environments.

The importance of an individual’s electromagnetic environment is paramount to this discussion. In waiting for the full independent evaluation of this technology, common sense should prevail, and we urge caution as an approach. SOLS believes all environments have a unique biology and ecology, called bionomics. Our environments require care, support, nurturing and harmonization for the people, animals and plants that occupy them. We believe that technology utilization is important for people, maybe even revolutionary in terms of potential advantages for human evolution, this though, when used coherently in the environment in a bio-compatible manner.

Lugano, Switzerland – July 2019

 

 

0

Start typing and press Enter to search

Select your currency
EUR Euro
CHF Swiss franc