Di ritorno a scuola: studiare apprendere e produrre risultati: il successo del viaggio educativo dei nostri figli

Questo è il momento dell’anno dove come genitori accompagnamo i nostri figli che volenti o nolenti, ad affrontare le sfide accademiche che li faranno avanzare nella vita.

Natuale quindi sperare, che questa nuova esperienza sia allo stesso tempo piacevole, efficace e produttiva.

Quello che tanti però non sano ne percepiscono è la presenza di condizioni negative energetiche ed elettormangetiche ambientali, che lavorano contro gli sforzi profusi. Infatti, la sfida maggiore che deve affrontare il nostro scolaro o studente, potrebbe essere, non tanto il materiale da apprendere e memorizzare, ma proprio nell’ambiente Bionomico mal sano nel quale studia e dorme. La bionomica è appunto la scienza che studia l’interazione tra l’uomo e l’ambiente in cui vive.

Perché desiderare un Ambiente Bionomico Sano e Sicuro ?

La ragione principale è che in un Ambiente Bionomico Sicuro l’allievo è :

  • più performante
  • si stanca meno
  • fa meno errori
  • ha maggiore energia
  • è più concentrato
  • memorizza meglio il materiale studiato
  • subisce meno lo stress e l’ansia
  • sviluppa meno tensioni e infiammazioni
  • produce meglio
  • si ammala meno e
  • gode di maggiore salute

Oltre alle influenze diurne appena menzionate, un’altro fattore essenziale per gli studenti e allievi è la capacità di avere buone ore di sonno profondo durante la notte dove il cervello integra ed elabora le memorie a corto e medio termine della giornata di studio e/o le nozioni apprese a scuola. Meno sonno profondo causa meno capacità di ricordarsi e integrare le conoscenze acquisite che poi si ripercuotono sui risultati scolastici o le capacità di superare test o esperimenti.

Come sapere se vi è la necessità di migliorare l’Ambiente Bionomico in cui attualmente si studia?

Sono stati creati dei questionari specificatamente disegnati e che permettono di sapere il grado d’esposizione a problematiche bionomche ambientali e in quale modo già creano sintomi o disfunzioni nel corpo o mente di chi le subisce. Qui di seguito una breve versone di tali questionari per verificare il vostro grado di esposizione a una congestione bionomica e/o di conseguenze già presenti.

Cosa rende un ambiente bionomico mal sano o congestionato e limitare l’allievo o lo studente ?

Sono 6 i fattori che potrebbero mettere in pericolo la sicurezza bionomica di una ambiente e sono la presenza di :

  • Campi elettromagnetici in alta frequenza
  • Campi elettromagnetici in bassa frequesnza
  • La Dirty Electricity
  • Aria inquinata, non pura, non ionizzata e non energizzata
  • Energie Ambientali Naturali congestionate o agressive
  • Utilizzazione degli schermi con luce blu (bluelight)

Come ottenere degli Ambienti Bionomici Sicuri? Quali consigli o accorgimenti adottare?

Per creare un ambiente bionomico sicuro si deve diminuire, minimizzare o eliminare gli effetti dei 5 fattori appena elencati.

  1. Per i campi elettromegntici in alta frequenza si possono usare router di nuova generazione che producono un segnale ideale emanando potenze 100 volte minori dei router utilizzati normalmente. Inoltre anche se si riesce difficilmente e raramente a schermare le onde in alta frequenza, esse si possono armonizzare nella loro componente di Energie Ambientali Artificiali che, nelle onde in alta frequenza, è sempre presente e congestionata.
  2. Per i campi elettromagnetici in bassa frequenza is utilizzano accorgimenti vari come dei tappetini bionomici di messa a terra, dei cavi schermanti o altre soluzioni a seconda della natura e intensita della sorgente.
  3. Per la Dirty Electricity sono stati creati specifici filtri (certificati CE) molto efficaci per eliminarla, da mettere direttamente nelle prese elettriche
  4. Per l’aria si applicano filtri e soluzioni di ionizzazione senza produzione di ozono combinati a un’energizzazione direttamente applicati nel sistema di ventilazione oppure con delle unità portatili da posizionare direttamente nell’aula o nell’ufficio che li necessita.
  5. Per togliere congestione da Energie Ambientali Artificiali problematiche e creare invece un’abbondanza di Energie Ambientali Naturali, si usano apparecchi attivatori (non elettrici a funzionamento illimitato nel tempo) da posizionare in modo preciso nell’ambiente : a volte è richiesta la competenza da parte di esperti certicati in questo lavoro.
  6. Per minimizzare gli effetti della luce blu bisogna usare i filtri appopriati sui telefonini , computer e schermi di computer, televisori e tablets. Altra possibilità l’aquisto on line di occhiali per filtrare la luce blu o l’applicazioni diappositi filtri sugli occhiali dal vostor ottico

Quali i passi intraprendere pre creare un ambiente bionomico sicuro, come fare per sapere cosa fare per identificare e correggere eventuali problemi ?

Siccome queste problematiche bionomche sono spesso silenziose e non osservabili se non grazie a degli esperti e a degli strumenti di misurazione scientifici, è importante contattare un esperto di Bionomica Ambientale presso la SOLS  con il quale avere un appuntamento per un rilevamento degli ambienti e decidere insieme e  dopo un’attenta valutazione, di cosa si necessità per correggere i problemi e rendere sicuri bionomicamente gli ambienti in questione.

 

di Dominique Hort, dottore in chiropratica

 

 

powered by Typeform
powered by Typeform
0

Start typing and press Enter to search

Select your currency
EUR Euro