Effetti della ionizzazione dell’aria sulla nostra salute

Molti scienziati hanno portato a termine esperimenti volti a dimostrare come la ionizzazione dell’aria in ambienti chiusi, porti alla riduzione degli agenti patogeni nell’aria stessa e anche sulle superfici.
 
1. Abidin et al.[1] Studio sull’aumento della mortalità degli acari della polvere grazie alla ionizzazione negativa. 
Gli acari rappresentano la principale fonte di allergeni nelle aree umide e la sensibilizzazione ai loro allergeni è un importante fattore di rischio per l’asma negli individui esposti.
Gli allergeni degli acari sensibilizzano e inducono rinite perenne, asma o dermatite atopica in gran parte dei pazienti con malattia allergica. Ci sono prove convincenti che evitare l’allergene degli acari può ridurre efficacemente i sintomi allergici.
Gli ionizzatori possono offrire un modo semplice, efficiente ed economico ed ecologico, per ridurre i livelli di allergeni nell’ambiente domestico. Recentemente c’è stato un grande aumento di interesse sugli ionizzatori d’aria per l’uso sia in ambienti domestici che di lavoro.
Le prime ricerche si sono concentrate sulla capacità degli ionizzatori di far precipitare elettrostaticamente la polvere e gli allergeni aerodispersi. Sono state anche studiate le azioni dirette degli ioni negativi e positivi sul sistema respiratorio. È stato riportato che, producendo ioni, lo ionizzatore distrugge il principale allergene degli acari della polvere Der p 1. Tuttavia, ad oggi non ci sono dati pubblicati che dimostrino che gli ioni emessi dallo ionizzatore siano acaricidi. Lo scopo dello studio di Abidin è stato quello di indagare in laboratorio, in maniera scientifica, l’efficacia a breve e lungo termine di uno ionizzatore d’aria commerciale nell’uccisione degli acari Dermatophagoides pteronyssinus (D. pteronyssinus) e Dermatophagoides farinae (D. farinae).
Il risultato è stato molto positivo in quanto lo studio ha dimostrato l’aumento della mortalità degli acari con l’aumento del tempo di esposizione di uno ionizzatore e suggerisce che gli ioni negativi prodotti da uno ionizzatore uccidono gli acari della polvere e possono essere utilizzati per ridurre le popolazioni di acari naturali su superfici esposte come pavimenti, vestiti, tende, ecc. Lo studio ha rivelato però che l’efficacia della ionizzazione sugli acari all’interno di materiali imbottiti come materassi, divani, cuscini, è comprensibilmente ridotta.
2. Jiang et al.[2] Studio dei benefici della ionizzazione dell’aria sulla salute umana e animale e sulla crescita dei microrganismi.
Gli autori hanno evidenziato che l’esposizione agli ioni negativi produce numerosi benefici effetti sulla salute umana.

I risultati più significativi si sono avuti sul sistema cardiovascolare, sul sistema respiratorio e sulla salute mentale. Si è inoltre rilevata una rapida precipitazione del particolato presente nell’aria, dovuta all’azione degli ioni negativi, che caricando elettricamente le particelle inquinanti le fanno velocemente precipitare al suolo con conseguenze benefiche innanzi tutto per l’apparato respiratorio e poi per tutto l’organismo umano.

3. Hagbom et al [3] Studio sugli effetti della ionizzazione contro i virus.
Nello studio sono stati analizzati gli effetti della ionizzazione su diversi tipi di virus di importanza clinica come il calicivirus, il rotavirus e il virus dell’influenza A.
Il risultato principale dello studio ha indicato che la ionizzazione dell’aria porta al mancato contagio delle cavie e alla perdita dell’infettività dei virus. Mediante l’uso di un dispositivo ionizzatore, si è osservata un’efficace prevenzione dell’infezione da virus dell’influenza A (ceppo Panama 99) trasmessa per via aerea tra animali e dell’inattivazione del virus stesso (> 97%). Lo ionizzatore attivo ha impedito al 100% (4 su 4) delle cavie di contrarre l’infezione.
Inoltre, il dispositivo ha catturato efficacemente calicivirus, rotavirus e virus influenzali trasmessi per via aerea, con tassi di recupero fino al 21% dopo 40 minuti in una stanza di 19 m3.
Gli ionizzatori consentono possibilità uniche per la rimozione rapida e semplice del virus dall’aria e offrono la possibilità di identificare e prevenire simultaneamente la trasmissione aerea di virus.

 

 

Bibliografia:

[1] Abidin SZ, Ming HT. Effect of a commercial air ionizer on dust mites Dermatophagoidespteronyssinus and Dermatophagoidesfarinae (Acari: Pyroglyphidae) in the laboratory. Asian Pacific journal of tropical biomedicine. 2012 Feb 1;2(2):156-8.
[2] Jiang SY, Ma A, Ramachandran S. Negative air ions and their effects on human health and air quality improvement. International journal of molecular sciences. 2018 Oct;19(10):2966.
[3] Hagbom M, Nordgren J, Nybom R, Hedlund KO, Wigzell H, Svensson L. Ionizing air affects influenza virus infectivity and prevents airborne-transmission. Scientific reports. 2015 Jun 23;5:11431.[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row]

Autore Diego Rossi –  SOLS EBP – Tecnico Ambientale in Biosicurezza – Trattamento Aria

 

 

0

Start typing and press Enter to search

Select your currency
EUR Euro
CHF Swiss franc